31 marzo 2016

possibilità di ridurre le spese e fornire servizi più precisi

Il 29 marzo un lettore ha ricevuto la lettera Assilt  del 7-3-2016, contenente la conferma che la richiesta di rimborso, inoltrata a metà gennaio, è stata definita e che "riceverà" un contributo di  € 106,17 a gennaio. Per scrupolo l'ex collega è andato a verificare in "area personale", "le mie impostazioni", "modalità di notifica" e ha riscontrato di avere indicato, già da diverso tempo, il numero del telefonino e l'indirizzo e-mail.  
Diversi pensionati non utilizzano mezzi informatici ed è fuori discussione che per loro queste comunicazioni continuino ad arrivare con lettera a casa. 
Ma per tutti gli altri, che hanno comunicato l'indirizzo mail o il numero di telefonino, che senso ha continuare a spedirle se non quello di sprecare risorse per servizi di stampa e affrancature postali ?
Altra considerazione: sia in forma cartacea che per e-mail o SMS, auspichiamo anche maggiore puntualità dei tempi di spedizione e precisione delle informazioni contenute (nel caso in questione l'accredito del contributo è avvenuto il 10 febbraio e di conseguenza la comunicazione sarebbe dovuta arrivare intorno a quella data e non a fine marzo).

29 marzo 2016

ultime news


Assilt comunica che i servizi di sportello fisico e telefonico con operatore (numero verde 800462462) saranno sospesi nelle giornate del 31 marzo, del 7 e 8 aprile 2016.

Il Consiglio di Amministrazione, nella riunione del 24 marzo 2016, ha definito:
- il limite di reddito, per l'iscrizione dei familiari maggiorenni per il periodo dal 1° luglio 2016 al 30 giugno 2017, rimane invariato rispetto all'anno scorso (Euro 6.878,00);
- sanzioni, da un minimo di sette mesi fino all'esclusione, per i soci risultati inadempienti a controlli amministrativi e sanitari.

25 marzo 2016

Iscrizione e reiscrizione all'Associazione - articolo 24 dello Statuto

DISPOSIZIONE TRANSITORIA
Assilt ha pubblicato le istruzioni operative per l'iscrizione o reiscrizione all'Associazione dei pensionati o degli ex dipendenti in mobilità cessati dal rapporto associativo successivamente al 1° gennaio 2005. Ricordiamo che si tratta di una norma provvisoria e le domande potranno essere presentate dal 1° aprile e fino al 31 ottobre 2016.
La quota associativa corrisponde a quella ordinaria annuale determinata in base alle regole attuali (1,70% sull'importo annuo lordo di pensione), non prevede pagamento di arretrati, mentre la decorrenza del rapporto associativo avrà efficacia dal primo giorno del tredicesimo mese successivo al pagamento della quota.

Per ulteriori informazioni gli interessati potranno rivolgersi agli sportelli amministrativi e sanitari Assilt, ai Delegati, ai Rappresentanti e alle strutture territoriali di ALATEL e di CRALT.
Sarà anche possibile ottenere assistenza dagli operatori del Contact Center scrivendo un'e-mail e indicando il recapito telefonico al quale si desidera essere contattati al seguente indirizzo: 
assiltiscrizioniarticolo24@hrs.telecomitalia.it
La domanda si compila collegandosi al portale www.assilt.it sezione “ISCRIZIONE AD ASSILT”. Dopo la stampa e la firma è necessario inviarla per fax allegando il certificato di pensione 2015. 

16 marzo 2016

i ticket sanitari

Il ticket, introdotto nel 1982, è una quota di partecipazione a carico del cittadino per alcune prestazioni erogate dal Servizio Sanitario Nazionale. 
Attualmente i ticket, molto diversificati regione per regione, riguardano: 
1) le prestazioni specialistiche (visite, esami strumentali e analisi di laboratorio);  2) le prestazioni di pronto soccorso; 3) le cure termali; 4) i farmaci; 5) le prestazioni di fecondazione assistita.
La legislazione prevede diverse forme di esenzione per particolari situazioni di reddito associate all'età o alla condizione sociale, in presenza di determinate patologie o del riconoscimento dello stato di invalidità. 
Come interviene l'Assilt? 
Con un contributo dell'80% sul totale pagato (compresa eventuale quota ricetta) per le prestazioni specialistiche, il pronto soccorso, le cure termali e le prestazioni di fecondazione assistita. 
La fattura con descrizione dettagliata è l'unico documento da spedire (non è necessaria la copia della prescrizione medica). 
L'Associazione non prevede invece alcun rimborso per i ticket sui farmaci a carico del S.S.N.; conserviamo gli scontrini perché potremo inserire questa spesa tra quelle detraibili sul 730.
Consigli per evitare restituzioni: nel caso in cui il pagamento del ticket sanitario avvenga tramite bonifico bancario, conto corrente postale o altri sistemi automatizzati, è indispensabile allegare alla ricevuta (dalla quale si deve poter evincere il fruitore delle prestazioni e l’importo pagato a titolo di ticket sanitario), la prescrizione medica o il foglio prenotazione in modo da consentire l’identificazione del fruitore e delle prestazioni eseguite.
Dobbiamo prestare particolare attenzione se ci rechiamo presso strutture private accreditate: se sulla fattura non è precisato che si tratta di ticket, Assilt la considererà una prestazione a tariffa privata, sarà necessaria anche la richiesta medica e il rimborso sarà del 60% o 65% in base agli esami eseguiti.

10 marzo 2016

mod 730/2016 - Assilt pubblica comunicato

Assilt rende ufficiale quanto da noi anticipato in data 8-1-2016, con il seguente comunicato pubblicato ieri sul portale:
"Comunicazione all'Agenzia delle Entrate dei dati relativi l’anno 2015
L’Associazione ha provveduto ad inviare all’Agenzia delle Entrate i dati relativi alle prestazioni erogate ai propri iscritti nell’anno 2015 (articolo 78, comma 25-bis, della legge 30 dicembre 1981, n. 413, come sostituito dall’art. 1, comma 950, lettera a, della legge 28 dicembre 2015, n. 208, e in ottemperanza al provvedimento dell’Agenzia delle Entrate Prot. 27020 del 19/02/2016).
I dati inviati riguardano i rimborsi erogati con data del bonifico compresa nel periodo dal 1° gennaio al 31 dicembre 2015.
Le informazioni inviate sono:
• Codice fiscale dell’iscritto e dei familiari beneficiari;
• Totale importo speso e totale importo rimborsato diviso per anno di emissione della fattura;
• Totale dei contributi incassati da ASSILT per quote associative (solo per coloro il cui contributo non viene pagato tramite l’azienda).
Tali informazioni sono state rese all’Agenzia delle Entrate per la predisposizione del modello “730 precompilato”.
E' facoltà del contribuente effettuare variazioni o integrazioni dei dati indicati nel modello “730 precompilato”.
ASSILT non può svolgere in alcun modo un’attività di consulenza in merito alla compilazione di tale modello.

Con i migliori saluti
Il Presidente"

09 marzo 2016

modello 730/2016 (attestato quota associativa)

In "area personale", "le mie impostazioni", "comunicazioni", è presente per noi pensionati il documento che attesta l'ammontare delle "quote associative pagate nel 2015".